cerca
Social
Nella nostra provincia è stato intrapreso negli ultimi anni un percorso teso a rinsaldare i legami affettivi con la comunità di discendenti degli emigrati isontini. 
In questo importante lavoro di comprensione storica e di acquisizione diretta di informazioni riguardante il fenomeno dell’emigrazione friulana in Argentina si inserisce il lavoro di Maria Zorzon, fotografa con origini risalenti a Brazzano di Cormòns, che ha immortalato con l’obiettivo della sua macchina fotografica le somiglianze di identità esistenti oggi nei volti, nelle abitudini e stili di vita, tra i gringos, i lavoratori delle campagne di Santa Fe di origine friulana, e le generazioni di isontini che abitano oggi i paesi da dove partirono i primi coloni friulani. 

In questo suggestivo viaggio, Maria Zorzon ci accompagna attraverso le storie di persone di cui è facile riconoscere non solo nei cognomi ma anche nelle affinità somatiche e nei costumi, la comune appartenenza ad una cultura fino a ieri tramandata attraverso i racconti degli anziani. 

La raccolta di fotografie “Parenti lontani” è quindi un ritorno alla cultura delle origini, una specie di ponte tra l’Argentina e l’Italia, tra Reconquista e Avellaneda da una parte e la zona del Collio goriziano dall’altra.
  Invia
  Stampa

_
_